Al via oggi la prima edizione del MaDE – Master in Digital Export realizzato dall’Agenzia ICE in collaborazione con la LUISS Business School. Un master innovativo che guarda al piano Industria 4.0, per formare una nuova generazione di export manager capaci di comprendere ed interpretare le dinamiche di esportazione su scala globale, declinandole nelle nuove tecnologie e cogliendo le opportunità offerte dalla digitalizzazione.

Attingendo al meglio delle faculty di ICE e LUISS, il Master coniuga infatti i temi classici dell’internazionalizzazione con quelli specifici del digitale per fornire ai 22 neolaureati selezionati gli strumenti utili per supportare le imprese italiane nell’export attraverso un utilizzo consapevole e trasversale delle tecnologie di informazione e comunicazione (ICT – Information & Communication Technology) e del web marketing, sia in contesti B2C che in contesti B2B. Un percorso di 10 mesi, strutturato in due parti: una prima fase d’aula seguita da un field project che permetterà a ciascun allievo di operare concretamente in una realtà aziendale sviluppando un progetto di export. La seconda fase prevede 2 mesi in Italia e altri due all’estero presso PMI selezionate con il supporto degli Uffici della rete estera dell’Agenzia ICE.

 “Il processo di internazionalizzazione delle imprese troverà sempre di più nel digitale uno dei fattori chiave di successo – ha sottolineato Michele Scannavini, Presidente dell’Agenzia ICE. Vi è quindi la necessità di formare figure specifiche che sappiano comprendere e interpretare le nuove dinamiche di esportazione su scala mondiale e che rispondano alla richiesta delle aziende italiane di una cultura manageriale sempre più internazionale. Il Master in Digital Export assicurerà la nascita di export manager che, attraverso un utilizzo consapevole delle tecnologie di informazione, comunicazione e web marketing, potranno aiutare le nostre imprese a crescere sui mercati stranieri.”

 “Il Master in Digital Export è un progetto formativo di importanza strategica per il nostro Paese, contribuendo allo sviluppo professionale di giovani export manager che siano in grado di gestire efficacemente il mutamento culturale ed organizzativo imposto alle imprese dalla digitalizzazione – ha dichiarato Paolo Boccardelli, Direttore LUISS Business School. È una grande opportunità riservata ai giovani che prenderanno parte a questo progetto, che conferma la volontà della LUISS Business School di rappresentare un luogo di confronto e condivisione tra mondo pubblico e privato proprio sul tema della digitalizzazione, assicurando competenze fondamentali per poter interpretare e guidare i nuovi trend dello scenario manageriale.”

03/05/2017