IL CORSO

Progettare la strategia in un mondo dominato dal cambiamento e dall’incertezza è sempre più difficile.

Per avere successo in un contesto competitivo che diviene più dinamico e imprevedibile, i business leader devono infatti maturare la capacità di analizzare l’ambiente esterno e di assumere decisioni in modo rapido.

Questo significa percepire rapidamente i segnali di mercato, identificare tutti i corsi di azione possibili, individuare le opportunità di sviluppo più promettenti per l’impresa.

Per assumere decisioni con successo, gli imprenditori e i manager devono acquisire nuove competenze e definire nuovi modelli decisionali per rispondere adeguatamente a domande come le seguenti:

  • Come analizzare efficacemente il contesto in cui opera l’organizzazione?
  • Come formulare percorsi di crescita innovativi?
  • Come implementare i piani strategici in modo efficiente?
  • Come monitorare e controllare i propri risultati?

DESTINATARI

Il corso si rivolge idealmente a chiunque in azienda deve assumere decisioni strategiche. A livello indicativo i tipici destinatari del corso sono imprenditori, figli di imprenditori, direttori generali, direttori di business unit o di divisione, direttori marketing e marketing strategico, direttori finanza e controllo, export manager, manager e alti potenziali della unità di pianificazione strategica.


OBIETTIVI

Un manager deve saper utilizzare le tecniche e gli strumenti a supporto della definizione e della implementazione efficace delle scelte strategiche.

Il programma ExSTRa mira a favorire lo sviluppo di un approccio critico e di un’approfondita conoscenza dei processi di decisione strategica. A tale fine, fornisce modelli, e strumenti e best practice aziendali, con un approccio didattico rigoroso e un’immediata applicabilità aziendale.

Al termine del percorso, i partecipanti ExStra acquisiranno le competenze e le conoscenze necessarie per guidare e controllare il percorso strategico delle loro aziende, divisioni o business unit.

Tramite la partecipazione al corso, i partecipanti apprenderanno modelli e strumenti per:

  • analizzare l’ambiente competitivo e istituzionale;
  • sviluppare un piano strategico di medio e lungo periodo;
  • assumere decisioni strategiche in modo consapevole;
  • implementare con successo i piani strategici;
  • controllare la performance aziendale;
  • migliorare l’immagine e la relazione con gli stakeholder (fornitori, clienti, collaboratori, consulenti).

Topics

Schema_Executive

PROGAMMA E STRUTTURA

Numero incontri: 8
Numero Moduli: 4
Date : 19 gennaio 2018 – 3 marzo 2018

8 incontri | 56 ore di formazione

  • Analisi
  • Implementazione
  • Formulazione
  • Controllo

Modulo Analisi

(Docente di riferimento del modulo: Boccardelli)

Il modulo iniziale del corso si concentra sull’analisi strategica e ha l’obiettivo di illustrare le principali prospettive e i modelli necessari per analizzare il contesto competitivo e definire la strategia aziendale.

Per poter efficacemente analizzare l’ambiente strategico, si procederà con l’introduzione del tripode strategico – basato sull’analisi di settore, ambiente istituzionale e del portafoglio di risorse e competenze – per valutare opportunità, minacce, punti di forza e di debolezza su cui basare le proprie decisioni.

Si inizierà dall’analisi dell’ambiente competitivo esterno, ovvero la struttura del settore, le dinamiche della catena del valore, per comprendere come l’impresa possa effettuare le proprie scelte di posizionamento. Oltre all’ambiente competitivo, si guarderà anche all’ambiente istituzionale ed alle pressioni formali ed informali, estremamente rilevanti in molti settori. Infine, si procederà all’analisi del portafoglio di risorse e competenze, per comprendere la sfida di coordinare e selezionare i giusti elementi alla base del successo competitivo.

L’insieme di questi strumenti fornirà ai partecipanti gli elementi base dello strategy-making, e li aiuterà a comprendere le possibili implicazioni di ogni possibile decisione. Questo sarà strumentale nella discussione dell’implementazione e della trasformazione della strategia in vera e propria azione.

Sintesi:

Prospettive e i modelli per l’analisi del contesto competitivo

  • Il tripode strategico
  • Analisi competitiva e di settore
  • Analisi istituzionale
  • Analisi del portafoglio di risorse e competenze
  • Scelte di posizionamento
  • SWOT analysis

Modulo Formulazione

(Docente di riferimento del modulo: Pirolo/Costabile)

Questo modulo è volto a comprendere come la strategie vengono formulate alla luce dei risultati dell’analisi. In particolare, vengono approfonditi i temi di Business Modeling, Entrepreneurship e Corporate Entrepreneurship, nonché il Business Planning.

In primis, si analizzerà la definizione e creazione dei modelli di business e la value innovation.

Quindi alla luce della rapida evoluzione dei business,  si osserverà come l’imprenditorialità non sia più esclusiva del mondo delle start-up, bensì comune anche alle imprese consolidate, siano esse di piccola, media o grande dimensione. Nel corso di questo modulo, si guarderà all’Imprenditorialità in chiave strategica, approfondendo il tema della creazione di opportunità tramite nuovi venture, business development, o business renewal. Si valuterà come identificare le opportunità  – o svilupparne di proprie – e come utilizzare le conoscenze e competenze esistenti.

Successivamente, si analizzerà lo sviluppo del business plan, ponendo particolare attenzione sugli aspetti di gestione delle risorse, strumenti finanziari e appopriabilità del valore creato. Si forniranno gli strumenti utili alla gestione dei un business in fase di start-up, e le tecniche per guidare la creatività nella fase di ideazione delle opportunità. Infine, ci si concentrerà su come evitare pitfall e bias, facendo leva sulla propria cultura organizzativa e sulla capacità di creare una strategia solida per i nuovi venture.

L’obiettivo è quello di fornire ai partecipanti non solo le giuste competenze, ma anche la capacità di valutare le idee sia dal lato dell’imprenditore che dell’investitore, sia nel caso di start-up che di imprese consolidate. Questo perché i manager devono essere in grado e a proprio agio di valutare – o proporre – nuovi prodotti o opportunità di business in maniera efficace e rapida.

Sintesi:

  • Business Modeling
  • Value Innovation
  • Entrepreneurship and Corporate Entrepreneurship
    • New ventures
    • Business Development
    • Business Renewal
  • Identificazione delle opportunità
  • Sviluppo del Business Plan
  • Financing

Modulo Implementazione

(Docente/i di riferimento del modulo: Zattoni/Giustiniano)

Avere un obiettivo, senza però supportarlo con un chiaro un piano, è la strada più lenta per il successo. Questo modulo del corso è orientato allo sviluppo di un processo di pianificazione strategica che agisca da driver per le azioni e sia orientato alla performance. Nel modulo si affronteranno i principi chiave, i tool e le pratiche efficaci per la pianificazione strategica, si discuterà di analisi degli scenari e dei risultati, nonché dei possibili bias cognitivi dei decisori e pianificatori.

Si inizierà con la formulazione del piano strategico, partendo dalla definizione di mission, vision, valori e obiettivi di lungo termine, quindi valutando le priorità dei bisogni e l’identificazione dei rischi e la definizione delle tattiche. Ci si soffermerà anche sulla documentazione e la comunicazione, nonché l’aggiornamento e la revisione del piano strategico.

Quindi, si analizzeranno le strutture organizzative a supporto della strategia ed infine il tema della governance, inteso come quei meccanismi, processi e relazioni che regolano l’organizzazione.

Sintesi:

  • Piano strategico
    • Mission, Vision, Valori
    • Obiettivi di lungo termine
    • Identificazione delle opportunità e dei rischi
    • Documentazione, Comunicazione
    • Revisione del Piano
  • Strutture Organizzative
    • Modelli Organizzativi
    • Gestione dei progetti
    • Gestione dei team
  • Corporate Governance
    • Strutture e modelli
    • Responsabilità degli attori: Board e Top Management Team
    • Rapporti con gli stakeholder

Modulo Controllo

(Docente/i di riferimento del modulo: Oriani/Bozzolan/Busco)

I sistemi di controllo manageriali si riferiscono ai processi usati delle organizzazioni per guidare le proprie azioni verso i risultati e gli obiettivi. Indipendentemente dal modello di business, i partecipanti saranno in grado di interpretare il contesto di riferimento e progettare sistemi di controllo. Ogni strategia è infatti eseguita utilizzando una serie di attività operative e tattiche, che devono essere monitorate e controllate in maniera appropriata. Questo modulo si concentra in particolar modo sui metodi di controllo strategico, ed approfondisce alcune tematiche rilevanti relative ai processi di gestione strategica.  I sistemi di controllo, infatti, possono fornire informazioni qualitative e quantitative importanti, utili ai manager per effettuare previsioni ed assumere decisioni in maniera efficace. Allo stesso tempo, la valutazione di un corretto processo di pianificazione non può prescindere dalla valutazione e misurazione delle performance.

Per questo motivo, nel modulo si approfondiranno i sistemi di valutazione della performance ed il loro ruolo nella strategia, la definizione dei Key Performance Indicator, l’uso dei dati e delle informazioni per identificare il potenziale di creazione del valore, nonché le tecniche e metodologie per il performance measurement. Verranno inoltre fornite nozioni relative ai sistemi di controllo strategico e finanziario. Costruendo quindi su quanto appreso nel contesto del modulo di  Strategic Planning e Value Creation si guarderà all’analisi dei risultati e ci si concentrerà sui Modelli di Controllo, sugli strumenti di decisioni collegati ai Key Performance Indicator, sui sistemi di Budgeting e di Reporting e sui pricipali tool, quali la Balanced Scorecard. Ci si soffermerà anche sul caso di sistemi di controllo in organizzazioni complesse, dove è necessaria la definizione dei centri di profitto e dei transfer prices.

Sintesi:

  • Value Creation and Performance Measurement
    • Sistemi di valutazione della performance
    • Key performance indicators
    • Creazione del valore
    • Tools per il performance measurement
  • Sistemi di Controllo
  • Controllo strategico e finanziario
  • Tipologie e Leve del controllo
  • Analisi dei risultati
  • Balanced Scorecard

DIDATTICA

I docenti coinvolti sono accademici, professionisti e manager con consolidata esperienza in materia di gestione e implementazione dei processi decisionali strategici all’interno di imprese di varia dimensione e operanti in diversi settori.

La didattica attiva prevede la discussione di casi aziendali e un’elevata interazione tra i partecipanti durante le lezioni. L’esperienza dei partecipanti sarà inoltre arricchita da:

  • testimonianze di guest speakers sui temi discussi durante ogni modulo, allo scopo di allargare il network e i punti di vista dei partecipanti;
  •  lavori di gruppo ed esercitazioni, atti a favorire l’applicazione concreta e immediata in azienda dei contenuti sviluppati durante ogni modulo.

FACULTY

La faculty è composta da accademici dell’Università LUISS Guido Carli e di altri prestigiosi atenei, oltre che da professionisti e manager con consolidata esperienza aziendale e didattica.

Paolo Boccardelli, Ordinario di Economia e gestione delle imprese e Strategia d’impresa. Direttore LUISS Business School.
Saverio Bozzolan, Ordinario Financial Reporting and Performance Management presso il Dipartimento d’Impresa e Management della Luiss Guido Carli.
Cristiano Busco, Ordinario Financial Reporting and Performance Management presso il Dipartimento d’Impresa e Management della Luiss Guido Carli.
Michele Costabile, Ordinario di Marketing e Misurazione delle Performance e Marketing Metrics presso il Dipartimento d’Impresa e Management della Luiss Guido Carli.
Luca Giustiniano, Associato di organizzazione Aziendale e Progettazione organizzativa presso il Dipartimento d’Impresa e Management della Luiss Guido Carli.
Raffaele Oriani, Ordinario di Finanzia Aziendale e Advanced Corporate Finance presso il Dipartimento d’Impresa e Management della Luiss Guido Carli.
Luca Pirolo, Assistant professor di Economia e gestione delle imprese presso il Dipartimento d’Impresa e Management della Luiss Guido Carli.
Alessandro Zattoni, Ordinario di Economia e gestione delle imprese presso il Dipartimento d’Impresa e Management della Luiss Guido Carli.

Comitato scientifico
Paolo Boccardelli, Ordinario di Economia e gestione delle imprese e Strategia d’impresa. Direttore LUISS Business School.
Alessandro Zattoni, Ordinario di Economia e gestione delle imprese presso il Dipartimento d’Impresa e Management della Luiss Guido Carli.

I docenti indicati, selezionati tra i professionisti che hanno tenuto precedenti edizioni del corso in oggetto o di altri corsi nella medesima area tematica, sono in numero superiore alle effettive necessità del modulo; LUISS Business School si riserva la possibilità di sostituire i docenti, fino a 7 giorni prima dell’inizio del corso, in funzione della loro disponibilità, dandone preventiva comunicazione agli iscritti.


ISCRIZIONE

Intero corso EUR 4.000 + IVA 22%

L’iscrizione al corso si perfeziona inviando la SCHEDA DI ISCRIZIONE debitamente compilata e sottoscritta all’indirizzo email segreteriaexecutiveedu@luiss.it Le modalità di recesso sono visionabili nel modulo d’iscrizione.


AGEVOLAZIONI FINANZIARIE

I Partecipanti (Persone Fisiche) che hanno già frequentato un Corso LUISS Business School – Divisione di LUISS Guido Carli e i laureati LUISS Guido Carli potranno usufruire di una riduzione delle rispettive quote d’iscrizione pari al 10%.
Le riduzioni non sono cumulabili.