Il corso

Sempre di più il sistema di controllo e prevenzione dei fenomeni di illegalità si interseca e si integra con l’attività delle stazioni appaltanti, con i sistemi di qualificazione degli operatori economici, e con i criteri di premialità previsti nelle gare d’appalto.

Fin dal 2012 l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (A.G.C.M.) ha realizzato un rilevante sistema con finalità anche di garanzia e controllo dell’equilibrio del “mercato”, che si è ormai inserito stabilmente nell’ordinamento giuridico e nel sistema economico armonizzandosi con altri istituti a presidio della legalità, trasparenza e competitività.

Il sistema del rating di legalità, previsto dall’art. 5-ter del D.L. 1/2012, e concretamente attuato dall’A.G.C.M. con Delibera del 14.11.2012, n. 24075, si colloca oggi quale punto di intersezione ideale tra la previgente disciplina della responsabilità amministrativa degli enti (D.Lgs. 231/2002), la coeva legislazione anticorruzione (L. 190/2012) e le sopravvenute normative sulla trasparenza amministrativa (D.Lgs. 33/2013) e sui contratti pubblici (D.Lgs. 50/2016 e D.Lgs. 56/2017).

Esso consente, alle imprese che ne fanno richiesta e che hanno titolo per accedervi, il riconoscimento di elevati standard di legalità ai quali si ricollegano effetti concreti nei rapporti con la P.A., nella concessione dei finanziamenti pubblici, e nell’accesso al sistema creditizio bancario.


DESTINATARI

Le imprese e tutti gli operatori economici che considerano la reputazione un asset aziendale importante, che intendono imperniare il loro business su solidi principi etici, che mirano a perfezionare l’organizzazione aziendale con strumenti atti a prevenire condotte illecite, e che intendono avvalersi di un istituto che consente di tutelare e incrementare la competitività nel mercato.


Programma e Struttura

1° WEEKEND

  • Introduzione al Rating di Legalità – Concorrenza, Mercato e Vantaggi Competitivi
  • La trasparenza, l’anticorruzione e la prevenzione delle condotte illecite
  • Il quadro normativo: novità e prassi amministrativa

2° WEEKEND

  • L’autorità competente al rilascio (AGCM) e le altre autorità coinvolte (ANAC)
  • Il procedimento amministrativo per il rilascio del rating di legalità sulla base del regolamento adottato da A.G.C.M. nel maggio 2018 – I requisiti per il rlascio e l’incremento del rating
  • La Gestione delle Sopravvenienze – Modifica, Rinnovo, Sospensione, Revoca, Annullamento

3° WEEKEND

  • Il rating della Legalità – I contratti Pubblici e Il rapporto con il Rating d’Impresa
  • Agevolazioni all’Accesso Bancario e la Concessione dei Finanziamenti Pubblici

EXECUTIVE EXPERIENCE

In aggiunta alla didattica frontale, per completare, massimizzare e personalizzare la formazione di ogni partecipante, il programma prevede l’erogazione delle seguenti attività/servizi:

 

*(La durata, la struttura e il costo del modulo formativo aggiuntivo verranno definiti in ragione della specifica esigenza espressa)


Iscrizione

Per iscriversi al corso è necessario compilare il Modulo di Iscrizione ed inviarlo a executive@luiss.it  allegando il proprio curriculum vitae.

La quota del programma è pari a  EUR 3.000 + IVA 22%

Per chi ha frequentato il percorso 231/01 Trasparenza, Anti Corruzione e Sicurezza nell’ambito dell’Executive Program in Compliance Management (EPCM), la quota di iscrizione all’Executive Program in Rating di Legalità è di EUR. 2.000 + IVA 22%

*in fase di iscrizione verrà richiesto il versamento di EUR 48 relativo a 3 marche da bollo, da EUR 16 l’una, assolte virtualmente (una sulla scheda di iscrizione, una sulla richiesta di attestato, una sull’attestato).