L’evoluzione della economia globale è associata a una crescente rilevanza dei problemi ambientali e sociali e di obiettivi di natura non-finanziaria nella scelta degli investimenti.  Tali obiettivi sono il risultato di nuove forme di responsabilità sociale nel comportamento dei soggetti economici, e dello sviluppo di strategie di gestione dei rischi, che vanno al di là della diversificazione meramente finanziaria dei portafogli degli investitori privati e istituzionali. Ciò ha generato un articolato ventaglio di prodotti finanziari di scopo, quali obbligazioni ed altri strumenti di debito ed equity di tipo Green, Blue e Sustainable.

Rispetto ai tradizionali prodotti finanziari, gli strumenti della finanza sostenibile promettono effetti economici e sociali e richiedono uno sforzo di trasparenza e rendicontazione sull’utilizzo dei capitali raccolti. Diviene quindi determinante costruire processi e strumenti per un reporting integrato robusto (in termini di misurabilità e attendibilità) ed economicamente sostenibile.

Sono queste le ragioni che rendono così importante, oggi e ancor più in futuro, per chi opera nell’ambito della finanza e della sostenibilità, sviluppare nuove forme di capacità professionali e operative. Ciò a sua volta richiede di acquisire il set di conoscenze necessarie ad affrontare in maniera consapevole ed efficace le sfide che il nascente mercato della finanza sostenibile pone al mondo delle imprese e della pubblica amministrazione.

Obiettivi

Il programma consentirà al partecipante di:

  • Comprendere il ruolo della finanza sostenibile nel mercato finanziario
  • Acquisire i principi e gli strumenti della rendicontazione non finanziaria
  • Integrare competenze di finanza tradizionale e investimenti sostenibili
  • Sviluppare capacità progettuale di strumenti finanziari innovativi

A chi è rivolto

Il programma si rivolge a professionisti e manager di aziende pubbliche e private con un background finanziario, reporting non finanziario o Corporate Social Responsibility.