Executive Course Rating della Legalità

Sempre di più il sistema di controllo e prevenzione dei fenomeni di illegalità si interseca e si integra con l’attività delle stazioni appaltanti, con i sistemi di qualificazione degli operatori economici, e con i criteri di premialità previsti nelle gare d’appalto. Fin dal 2012 l’Autorità Garante della Concorrenza e del Merca-to (A.G.C.M.) ha realizzato un rilevante sistema con finalità an-che di garanzia e controllo dell’equilibrio del “mercato”, che si è ormai inserito stabilmente nell’ordinamento giuridico e nel sistema economico armonizzandosi con altri istituti a presidio della legalità, trasparenza e competitività.

Obiettivi

L’Executive Course Rating della Legalità mira a fornire gli strumenti per una piena comprensione dell’art. 5-ter del D.L. 1/2012 che, concretamente attuato dall’A.G.C.M. con Delibera del 14.11.2012, n. 24075, si colloca oggi quale punto di intersezione ideale tra la previgente disciplina della responsabilità amministrativa degli enti (D.Lgs. 231/2002), la coeva legislazione anticorruzione (L. 190/2012) e le sopravvenute normative sulla trasparenza amministrativa (D.Lgs. 33/2013) e sui contratti pubblici (D.Lgs. 50/2016 e D.Lgs. 56/2017).

A CHI È RIVOLTO

Alle imprese e a tutti gli operatori economici che considerano la reputazione un asset aziendale importante, che intendono imperniare il loro business su solidi principi etici, che mirano a perfezionare l’organizzazione aziendale con strumenti atti a prevenire condotte illecite, e che intendono avvalersi di un istituto che consente di tutelare e incrementare la competitività nel mercato.