AlleatiConLaSalute_Fb
Il mondo della salute è in continua evoluzione. Il paziente, sempre più consapevole e informato soprattutto grazie alle nuove opportunità offerte dalla comunicazione digitale, vuole avere un ruolo attivo e confrontarsi alla pari con tutti gli stakeholder per definire i percorsi di diagnosi e cura.

Le associazioni di rappresentanza dei pazienti potrebbero svolgere un ruolo chiave nella definizione delle politiche sanitarie: tuttavia non mancano difficoltà nello sviluppo strutturato delle relazioni istituzionali.

Per accrescere la capacità delle associazioni di interagire e di confrontarsi con tutti gli interlocutori, Novartis in partnership con la LUISS Business School ha organizzato un workshop interattivo focalizzato sulla gestione delle relazioni istituzionali a livello nazionale e regionale.

L’evento si è tenuto dal 9 all’11 giugno alla LUISS Business School nell’ambito di Alleati per la Salute, il progetto che in Italia ha fatto da apripista alle iniziative di formazione promosse dalle aziende farmaceutiche per le Associazioni pazienti.

Il programma ha permesso ai partecipanti di approfondire alcune delle competenze chiave per confrontarsi alla pari con gli stakeholder istituzionali e non: dalle analisi di scenario, all’organizzazione e alle modalità di finanziamento del Sistema Sanitario, alle strategie per orientare le scelte dei policy maker, alle tecniche e agli strumenti per costruire network relazionali e le iniziative di advocacy.

Lo scenario del Sistema Salute è in forte evoluzione con i progressi della ricerca, l’evoluzione tecnologica e l’innovazione farmacologica – ha dichiarato Luigi Boano, Oncology General Manager di Novartis. – Pertanto diventa sempre più importante un approccio multidisciplinare e una collaborazione tra tutti gli attori per gestire il sistema nel suo complesso. In questa prospettiva, Novartis supporta il coinvolgimento delle Associazioni nelle discussioni di politica sanitaria e ha trovato nella LUISS Business School un partner didattico di eccellenza per trasmettere alle Associazioni le competenze più adatte per accrescere la loro capacità di interlocuzione.”

15/06/2017