La storia di Veronica Busso, che ha scelto il percorso in Digital Export – major del Master in Management and Technology Made, per realizzare la sua carriera e oggi si occupa di espansione delle PMI nel mercato russo.

digital export luiss master
“La mia carriera universitaria e professionale è sempre stata orientata al raggiungimento di un obiettivo specifico: poter diventare un valido Export Manager portabandiera del Made in Italy nel mondo.

Nel tentativo di raggiungere questo obiettivo, una volta terminati gli studi universitari, ero alla ricerca di un master che mi permettesse di approfondire nella teoria e nella pratica tutte le tematiche relative all’internazionalizzazione delle PMI italiane. Nel panorama delle diverse offerte, il percorso in Digital Export – major del Master in Management and Technology Made, organizzato dalla LUISS Business School in collaborazione con ICE Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, si è distinto fin da subito per la specificità delle materie trattate, l’elevata preparazione accademica e professionale dei docenti, nonché l’orientamento alla pratica sostenuta da buone basi di teoria. digital export master luiss

La capacità di problem solving di noi allievi è stata stimolata grazie a lezioni improntate su case studies, confronti in aula e attività di learning – by – doing.

La successiva esperienza di stage è stata molto formativa perché ho avuto modo di mettere in pratica attivamente quanto appreso durante la fase d’aula, toccando con mano cosa significa lavorare in una piccola realtà imprenditoriale. L’impresa che mi ha ospitata è la Sifa Technology, una realtà marchigiana nata nel 2001 dall’ingegno degli attuali soci Simone Latini e Fabrizio Perini. Un’impresa con una forte spinta internazionale che, nel suo piccolo, può considerarsi una born global.

Fin dal mio ingresso in azienda mi è stato affidato un progetto di espansione nel mercato russo, con obiettivi a termine: consolidare la partnership con un’impresa ex cliente per instaurare un rapporto di fornitura costante, e ampliare al tempo stesso il portafoglio clienti.
Questo progetto mi ha portata oltre confine: per due mesi infatti, ho avuto l’opportunità di approfondire le mie ricerche di mercato direttamente in Russia, potendo beneficiare del supporto dell’ICE di Mosca.

Per me è stato di fondamentale importanza poter svolgere lo stage in una realtà che premia l’assunzione del rischio e della responsabilità: ho avuto concreta occasione di mettermi in gioco e raggiungere in autonomia gli obiettivi, nella reciproca soddisfazione finale.

Oggi, al termine dell’esperienza di tirocinio, lavoro in SIFA Technology dove mi occupo dello sviluppo di una nuova business unit. Se oggi posso affermare di essere a un passo dalla mia realizzazione personale e professionale, è grazie al master MaDE”

30/07/2018