L’Osservatorio Ethos Luiss Business School è nato dopo un periodo di preparazione e incubazione, per perseguire l’Etica Pubblica in molte delle sue declinazioni. Di Ethos fanno parte personalità di spicco della cultura italiana, studiosi e professionisti nei vari settori di ricerca e studenti. Lo scopo principale è quello di esaminare grandi questioni della società contemporanea in una prospettiva etica. Ethos nasce a Roma in Italia ma ha già diramazioni in varie città italiane e ha preso contatti per svariati documenti di intesa con gruppi che operano in altri paesi. La prospettiva etica prescelta implica una visione esterna e valutativa di diverse attività ed è svolta di norma assieme a quanti sono impegnati nei settori delle attività in questione e sentono l’urgenza di interrogarsi sul rapporto tra il loro impegno professionale e fini più ampi di natura sociale e morale. Le ragioni per la creazione di Ethos sono svariate e vanno dalla necessità di trattare temi e problemi simili in un tempo come il nostro, all’esigenza di serietà che impone di farlo in maniera consapevole alla luce di un’adeguata conoscenza della riflessione etica.

Finalità

L’Osservatorio Ethos è stato ideato dal professore Sebastiano Maffettone allo scopo di elaborare un progetto-Etica specifico per la Luiss Business School, da indirizzare comunque, a tutte le strutture dell’Università. Il progetto in questione include corsi, programmi formativi, seminari, convegni, moduli di ricerca e proposte per le imprese.

In particolare Ethos persegue le seguenti finalità:

  1. effettuare studi e ricerca nei principali settori dell’etica pubblica: etica generale, business ethics, etica del digitale, etica e arte, etica medica, etica della migrazione, etica della disabilità, etica e politica, etica della globalizzazione, spiritualità, etica dell’identità (cultura, genere, religione, etnia), etica ambientale, sostenibilità, etica e cibo, etica della ricerca, etica e sport, etica della pena, volontariato;
  2. organizzare convegni, workshop, attività culturali e seminari scientifici sulle materie di cui al punto precedente;
  3. promuovere una collana di pubblicazioni, working paper e note tematiche;
  4. aumentare la conoscenza su queste materie e migliorare la diffusione delle informazioni anche tramite un sito web dedicato dell’osservatorio;
  5. Interagire con tutte le aree di Luiss Business School che possano trarre vantaggio dalle competenze e le attività di Ethos.

Quattro sono le macro aree individuate che corrispondono alle tematiche oggetto di studio:

  1. ETICA e Il mondo sociale: Business ethics, Digital ethics, Art-etica (il dominio in questa prima fase verterà principalmente sull’arte contemporanea, si è ipotizzato un modello storico-critico su scala mondiale, visto in una prospettiva inter-culturale), Etica pubblica e Mezzogiorno, Etica e informazione, che prende sul serio la questione della disinformazione e delle fake news
  2. ETICA e La vita con gli altri: Etica della Globalizzazione, multiculturalismo, migrazioni, etica di genere, etica delle carceri, etica e non-umani, la funzione sociale del Teatro 
  3. ETICA e La cura di noi: Bioetica o etica medica e etica della disabilità, dipendenza, volontariato, meditazione o mindfulness, agricoltura ed alimentazione, etica e sport 
  4. ETICA e La morale delle Humanities: la sezione più innovativa,  che intende promuovere il sapere umanistico nelle facoltà ad indirizzo scientifico (Arte visuale, Musealità, Cultura del mondo greco-romano e del Mediterraneo, Teatro, Cinema, Musica, Letteratura)