Statuto Ethos

Art. 1
Costituzione 
 

  1. È costituito presso la Business School dell’Università Luiss Guido Carli di Roma “Ethos” Osservatorio di etica pubblica. L’Osservatorio utilizza per lo svolgimento della propria attività principalmente le strutture della Business School dell’Università Luiss di Roma.
  2. L’Osservatorio ha durata di 4 anni accademici ed è rinnovabile a partire dal 1 aprile 2023.
  3. Il Direttore della Business School è il rappresentante dell’Osservatorio di fronte a terzi.

Art. 2
Finalità 
 

  1. Ethos ha le seguenti finalità:
    – effettuare studi e ricerca nei principali settori dell’etica pubblica: etica generale, business ethics, etica del digitale, etica e arte, etica medica, etica della migrazione, etica della disabilità, etica e politica, etica della globalizzazione, spiritualità, etica dell’identità (cultura, genere, religione, razza), etica ambientale, etica e cibo, etica e sport, etica della pena, volontariato;
    – organizzare convegni, workshop, attività culturali e seminari scientifici sulle materie di cui al punto precedente;
    – promuovere una collana di pubblicazioni, working paper e note tematiche;
    – aumentare la conoscenza su queste materie e migliorare la diffusione delle informazioni anche tramite un sito web dedicato dell’osservatorio.
  2. Scopo dell’Osservatorio è lo studio delle principali tematiche legate all’etica pubblica in un’ottica interdisciplinare e in collaborazione con istituzioni, centri di ricerca e associazioni nazionali e internazionali.  

Art. 3
Attività e loro realizzazione

 Per il raggiungimento delle predette finalità Ethos può:

  1. sviluppare forme di collaborazione con enti, università, soggetti privati interessati all’etica pubblica;
  2. definire un Comitato dei finanziatori che sostiene l’Osservatorio e ne garantisce le attività; promuovere convenzioni e sponsorizzazioni con soggetti pubblici e privati;
  3. promuovere e pubblicare studi e ricerche, organizzare convegni e seminari, nazionali e internazionali.
  1. Per conseguire le finalità di cui all’articolo 2, Ethos può:
  1. preparare studi e analisi sul tema e sulle pratiche coerenti con l’oggetto principale di Ethos;
  2. mettere a disposizione un sito web (eventualmente con una parte dedicata ai finanziatori) con informazioni, studi, commenti e strumenti;
  3. preparare Rapporti sui risultati ottenuti da Ethos, che potranno essere presentati in eventi pubblici, pubblicati in volume, disseminati nelle forme canoniche;
  4. organizzare cicli di seminari e di convegni sulle principali tematiche di Ethos;
  5. il Direttore dell’Osservatorio darà ampia diffusione dei risultati delle ricerche e dell’attività dell’Osservatorio mediante adeguati contatti con i media tradizionali e con i social media per garantirne la massima divulgazione.

Art. 4
Governance e Organi

  1. Gli organi dell’Osservatorio sono:
  2. il Direttore;
  3. il Comitato Esecutivo
  4. Il Comitato Scientifico
  5. il Comitato dei finanziatori

Art. 5
Compiti del Direttore 

  1. Il Direttore dell’Osservatorio è nominato dal Comitato Direttivo della Luiss Business School su proposta del Direttore della Scuola per un periodo di tre anni accademici. Il mandato è rinnovabile.
  1. Il Direttore dell’Osservatorio convoca e presiede il Comitato esecutivo.
  1. ll Direttore:
    – sovrintende al funzionamento dell’Osservatorio e ne dirige l’attività;
    – dispone l’utilizzo degli stanziamenti a disposizione dell’Osservatorio, seguendo gli indirizzi approvati dal Comitato esecutivo e le norme generali amministrative e contabili della LBS;
    – coordina il funzionamento del Comitato Scientifico e ne propone il suo presidente in accordo con gli altri membri del Comitato Scientifico;
    – convoca e presiede il Comitato dei finanziatori esterni (almeno una volta all’anno);
    – trasmette annualmente al Direttore della LBS, per tramite degli uffici amministrativi, una relazione illustrativa sulle attività svolte unitamente al rendiconto consuntivo;
    – propone le eventuali modifiche al presente statuto che sono approvate dal Comitato esecutivo.

Art. 6.
Il Comitato esecutivo 
 

  1. Il Comitato esecutivo dura in carica tre anni accademici ed è composto, oltre che dal Direttore dell’Osservatorio:
    1. da un minimo di tre a un massimo di sei membri, di cui almeno 1/3 appartenenti ai ruoli di professori di I e di II fascia dell’Università Luiss di Roma, nominati dal direttore della LBS in accordo con il Direttore dell’osservatorio;
    2. da esperti;
  1. Il Comitato esecutivo:
    1. coadiuva il Direttore nella gestione delle attività dell’Osservatorio;
    2. definisce le linee di indirizzo per la conduzione dell’Osservatorio da parte del Direttore e approva la relazione illustrativa delle attività dell’Osservatorio;
    3. delibera il bilancio preventivo annuale e il rendiconto consuntivo, avvalendosi, per la loro stesura, della collaborazione degli Uffici amministrativi della LBS, entro i termini e secondo le modalità stabiliti dalle norme generali amministrative e contabili;
    4. propone eventuali modifiche allo statuto dell’Osservatorio;
    5. individua al proprio interno un segretario per la redazione del verbale delle riunioni e la trasmissione ai competenti uffici amministrativi;
    6. formula ai competenti organi direttivi la richiesta di rinnovo dell’Osservatorio, almeno tre mesi prima della scadenza.
  2. Il Comitato esecutivo deve essere convocato almeno due volte l’anno.
  3. Le riunioni del Comitato esecutivo possono anche svolgersi in tele-videoconferenza, se previsto nell’avviso di convocazione.

 Art. 7
Il Comitato Scientifico

 1 Il Comitato scientifico dura in carica tre anni accademici ed è composto, oltre che dal Direttore dell’Osservatorio:

  1. da un minimo di tre a un massimo di sette membri, di docenti, esperti autorevoli e professori di comprovata esperienza scientifico e professionale, sia esteri, sia italiani.
  2. I membri del Comitato scientifico sono individuati e proposti dal Direttore al Comitato esecutivo che li approva.
  3. Il Comitato esecutivo definisce gli eventuali compensi dei membri del Comitato Scientifico.

 Art. 8
Il Comitato dei finanziatori esterni

  1. Il Comitato dei finanziatori esterni dura in carica tre anni accademici ed è composto dal Direttore dell’Osservatorio e dai rappresentanti dei finanziatori esterni (1 per ente finanziatore fino a un massimo di 7).
  2. Il Comitato dei finanziatori esterni comprende i rappresentanti dei finanziatori con un contributo di almeno 15.000 euro annui.
  3. Il Comitato dei finanziatori esterni viene convocato dal Direttore dell’Osservatorio almeno due volte all’anno al fine di informare i finanziatori delle attività svolte dall’Osservatorio e di ricevere suggerimenti sulle attività in corso e in via di programmazione.
  4. Il Comitato dei finanziatori esterni riceve dal Direttore la relazione illustrativa sulle attività dell’Osservatorio, il bilancio preventivo annuale e il rendiconto consuntivo e finanziario.

Art. 9
Finanziamento del Centro 
 

  1. L’Osservatorio assicura il proprio finanziamento e la sostenibilità economico contabile mediante:
  2. contributi da enti e istituzioni private esterni all’Università Luiss;
  3. contributi a carico del bilancio della Luiss Business School e dell’Ateneo;
  4. proventi da commesse, contratti e convenzioni con enti, imprese, associazioni e istituzioni private.

Art. 10
Amministrazione del Centro

 L’amministrazione dell’Osservatorio è affidata agli Uffici amministrativi della Luiss Business School di Roma che cureranno il rispetto delle norme generali amministrativo-contabili e collaboreranno alla stesura del bilancio preventivo e del rendiconto consuntivo.

Art. 11  

Per quanto non espressamente previsto nel presente statuto si applicano le norme dello statuto e dei regolamenti dell’Università Luiss di Roma.