Unleash your potential
La nostra offerta

Programmi Custom e Consulenza

Per soddisfare i complessi bisogni formativi delle aziende clienti, Luiss Business School sviluppa iniziative ad hoc, fornendo modelli e strumenti di management che coniugano ricerca scientifica, esperienza sul campo e metodologie active learning.

Mostra altro Mostra altro
Abbiamo soluzioni su misura per le aziende
Che tu stia cercando un programma di formazione personalizzato per la tua azienda o un supporto consulenziale in un’area di business, abbiamo la soluzione adeguata alle tue esigenze.
Le ultime news Scopri di più Scopri
Transizione energetica e digitale: le solution degli studenti Luiss Business School alla Global challenge di Italgas
Inside

23 Giugno 2022

Transizione energetica e digitale: le solution degli studenti Luiss Business School alla Global challenge di Italgas
Battute finali per la Luiss Business School Global Business Challenge, che ha visto protagonista il settore energetico con Italgas Per la Luiss Business School Global Business Challenge, il Gruppo Italgas ha sfidato gli studenti a elaborare soluzioni innovative che mettano in pratica trasformazione digitale e transizione energetica. Parola chiave per affrontare i due imperativi contemporanei: piattaforme. Il lancio della challenge ha rappresentato la fase di confronto sul campo seguita all’analisi del case study “Italgas: embracing digital”, curata da Enzo Peruffo, Professore Ordinario di Strategie d’impresa e Associate Dean for Education, Luiss Business School Ecco le soluzioni individuate dai gruppi e le rispettive visioni sul futuro del settore energetico. La solution di Business as Usual Francesco Giannoni è il portavoce del gruppo Business as Usual. Il ventiquattrenne di Pistoia è uno studente del Master di International Management e ha condiviso la challenge con Carolina Allocca, Francesco Oliva, Daniil Gershman. La solution del gruppo si articola in tre moduli: si parte da un'idea e si sviluppa in due appendici. L'applicazione della blockchain permette di gestire processi produttivi e logistici, diminuendo l'impatto ambientale e aumentando l'efficienza della supply chain. «Usando i dati, andremo a sviluppare un'app per il B2B e una per il B2C. I dati potranno così essere ricevuti dagli stakeholder di Italgas, ma anche dall'utente finale». La seconda parte della solution mira a contenere il rischio legato alle fragilità del settore, diversificando gli investimenti. «Vorremmo suggerire di investire nel settore assicurativo, dove le blockchain sono presenti. Si possono collegare contratti, eliminando l'intermediario, velocizzando l'outcome e rendendo più efficiente il sistema sia verso l'azienda sia verso il cliente. Nel settore assicurativo dell'energia c'è poca competizione e serve grande esperienza per operare: chi può farlo meglio di Italgas?» La solution di Here 2 Disrupt Celestino Cresta è il portavoce del gruppo Here 2 Disrupt. Il ventottenne di Catanzaro è uno studente del master in Strategy for Disruptive Growth e ha condiviso la challenge con Emanuele Castorina (Strategy for Disruptive Growth), Luca Meloni (Strategy for Disruptive Growth), Luca Molteni (Strategy for Disruptive Growth), Elena Fontana (Human Resources). «Per comprendere meglio i meccanismi che regolano la supply chain del gas, abbiamo proposto un ledger blockchain sia per migliorare le procedure di monitoraggio, sia l'economicità delle stesse, sia l'attendibilità delle informazioni condivise. In questo modo, gli operatori potranno condividere più facilmente i dati in loro possesso, spaziando dagli estrattori ai consumatori finali. Le soluzioni blockchain potrebbero portare a una riduzione del 30% dei costi, con transazioni più sicure. Grazie a queste informazioni, il cliente potrebbe anche scegliere la provenienza del gas per la propria utenza. Inoltre, si andrebbe a creare un nuovo modello di fiducia, necessario alle aziende del settore. La nostra solution ipotizza sei mesi di prova in Medea, società del gruppo Italgas, con otto manager dedicati all'implementazione della tecnologia. Grazie alla presenza dei contatori smart di Italgas, sarebbe sufficiente implementare il software. Abbiamo scelto la blockchain di Solana perché è carbon free. Dopo aver concluso la sperimentazione su Medea, si dovrebbe passare alle altre società e infine a Italgas. A questa fase dovrebbe seguire una campagna marketing per indicare i benefici per i clienti finali». La solution di Shaping a Powerful Future Giuseppe Zito Affinito è il portavoce del gruppo Shaping a Powerful Future. Il trentunenne di San Giorgio a Cremano (NA), è uno studente dell’Executive Programme in Marketing & Sales e ha condiviso la challenge con Enrico Gigliotti, Paolo Castiglione, Elisa Cagnizi, Andrea Cecolin. «Partendo dalla storia di Italgas, abbiamo sviluppato una nostra strategia, che potesse allinearsi con un rinnovamento tecnologico che andasse a valorizzare due fattori: i dati e le persone. Sono i più grandi asset oggi in possesso di un'azienda. Ciò che abbiamo fatto non punta a digitalizzare i processi aziendali, ma a costruire una strategia digitale, che orienti le persone verso un approccio sempre più data driven. Per farlo, abbiamo preso in considerazione tre tecnologie, basate su cloud, che devono solo collegarsi ai sistemi già in uso in Italgas. Si parte da una lettura del parco dati di Italgas, provenienti da più fonti, si fa analisi citizen e data science, potenziate poi da power users. Queste figure entrano alla fine del ciclo produttivo del dato per sviluppare reportistiche o analisi avanzate per il business». Il valore di una challenge Un master Luiss Business School non è solo un percorso lineare, fatto di lezioni ed esami. Le challenge sono un modo per mettersi alla prova in modo concreto e sfidante. Come spiega Giannoni, inizialmente si può anche essere intimoriti. «Ma affrontare la challenge sviluppando una nostra idea, ci ha messo a diretto confronto con successo e fallimento. Essere arrivati in finale è un traguardo di cui andare fieri. Portiamo a casa una conoscenza aumentata di noi stessi, del nostro valore e della nostra autostima». «La challenge è stato un modo per applicare le conoscenze conseguite durante il master a una grande azienda come Italgas – spiega Cresta - Abbiamo stimato costi e ricavi, redatto un business plan e utilizzato i metodi di gestione del lavoro acquisiti durante i laboratori Luiss Business School». «La vera sfida è stata lavorare con persone provenienti da settori professionali diversi – aggiunge Affinito - Studiare una strategia ispirazionale per un'azienda altrettanto ispirazionale, ci ha permesso di entrare in sintonia con standard di eccellenza. Inoltre, le regole del concorso sono regole abbastanza stringenti, il che ci ha messi ancora di più alla prova nel costruire un processo di sintesi, introducendo le giuste capacità comunicative». Transizione energetica, la visione degli studenti L'attuale situazione geopolitica ha complicato il lavoro di tutto il settore energetico. Secondo Giannoni, «in questo settore si parla tanto e alla fine si agisce poco perché c'è poca conoscenza del settore. Le soluzioni prospettate nel breve periodo, come la produzione green di idrogeno, saranno difficili da implementare nel breve periodo. Sarà necessario un metodo energetico transitorio e sarà il nucleare. Le energie rinnovabili sono ancora discontinue. Il nucleare inquina meno ed è una fonte sicura. Spero che tutti i Paesi europei non vadano in questa direzione, spronati a fare meglio dall'attuale situazione». Secondo Cresta, il referendum sul nucleare degli anni Ottanta ha frenato l'Italia dal punto di vista dello sviluppo energetico. «Ora che l'UE l'ha reinserito tra le fonti energetiche rinnovabili, Stati come la Francia, che hanno delle centrali in funzione, se la stanno cavando un po' meglio degli altri. Da calabrese, credo che la mia regione potrebbe diventare il parco energetico d'Italia. Ma le soluzioni tech per implementare la transizione energetica sono molteplici. Si potrebbe applicare l'intelligenza artificiale alle centrali produttive, la sensoristica IoT, i tracker Gps sulle navi che trasportano gas». Ma la situazione geopolitica è solo l'ultimo tassello in uno scenario fortemente condizionato dalla crisi ambientale. «È necessario un ripensamento delle logiche attuali verso soluzioni più sostenibili – spiega Affinito – Eseguire una transizione energetica sostenibile significherà puntare anche su solare, eolico, idrogeno verde e biometano. La transizione energetica è già in atto: non dobbiamo temerla, ma cavalcarla». --- Il 23 giugno un comitato presieduto da Paolo Gallo, CEO, Italgas, e Raffaele Oriani, Dean, Luiss Business School, e composto da Leonardo Ambrosi, Innovation and Digital Transformation Director, Italgas, Marco Barra Caracciolo, Chairman & CEO, Bludigit, Mirko Cafaro, External Relations and Press Office Manager, Italgas, Chiara Ganz, External Relations and Sustainability Director, Italgas, Leonardo Quattrocchi, Professor of Practice, Luiss Business School, ha decretato che il gruppo “Here 2 Disrupt” vincitore. Congratulazioni! 23/06/2022
energia Talenti
Eventi Scopri di più Scopri

20

Lug

Master in International Management – Webinar
Il 20 luglio 2022 alle 16.30 si terrà il webinar di presentazione della nuova edizione del Master in International Management, in partenza a settembre presso l’Hub della Luiss Business School di Amsterdam: un’esperienza di formazione intensiva internazionale che permette di accedere a percorsi di carriera in aziende globali. Il programma terminerà presso l’Hub della Luiss Business School fi Milano. Perché partecipare al webinar? Approfondire con il direttore del Master i contenuti del programma e il perché questo programma sia un asset per laureati in diverse discipline che desiderano accedere a posizioni manageriali. Scoprire la formula multi-hub che permette agli studenti del Master in International Management di entrare a far parte della community internazionale della scuola, vivendo un’esperienza di formazione unica in 2 città europee: Milano e Amsterdam. Approfondire il curriculum del master e in particolare il momento dedicato alla challenge commissionata dalle aziende partner del programma e finalizzata a sviluppare competenze trasversali, mettendo in pratica gli insegnamenti appresi. Al termine della presentazione i partecipanti saranno suddivisi in piccoli gruppi per partecipare a delle sessioni di Q&A su: Processo di selezione e ammissione con i coordinatori del master; Dati di placement e prospettive di carriera con il Career Service; Esperienza di studio dalla prospettiva di un ex studente. QUANDO: 20 luglio 2022 ORA: 16.30 SPEAKER & AGENDA Matteo Caroli, Scientific Director, Master in International Management Enrico D’Onofrio, Vice President EMEA Deus Ex Machina REGISTRATI

07

Lug

Open Evening Master
L‘Open Evening Master è l’evento on campus a Roma in cui scoprire i Master di I e II livello della Luiss Business School offerti in diverse aree del management a laureandi e neolaureati in tutte le discipline. Un pomeriggio di incontri in cui visitare il campus di Villa Blanc a Roma e incontrare lo Staff Luiss Business School che sarà a tua completa disposizione per guidarti nella scelta del master più giusto per raggiungere i tuoi obiettivi di carriera. Partecipa all’Open Day per approfondire: le aree di specializzazione; il processo di selezione e ammissione; le agevolazioni finanziarie e le borse di studio; i servizi di supporto alla carriera; gli sbocchi professionali e i dati sul placement; l’esperienza internazionale e multi-hub. QUANDO: 7 luglio 2022 dalle 17.00 alle 19.00 DOVE: Luiss Business School, Campus Villa Blanc, Via Nomentana 216, 00162 Roma. L’evento è gratuito ed è necessaria la registrazione per partecipare. REGISTRATI Durante l’evento saranno presentati i seguenti programmi: Master in International Management (English) Major in Sustainability & Energy Industry (English) Major in Fashion Management (English) Major in Luxury Management (English) Major in Tourism Management (English) Major in Fashion & Luxury Business Major in International Management Roma (English) Major in International Management Amsterdam-Milano (English) Major in International Cooperation for Local Development (English) Major in Global Health Management (English) Master in Financial Management Major in Corporate Finance Roma (English) Major in Corporate Finance Amsterdam (English) Major in Corporate Investment Banking Major in Amministrazione Finanza e Controllo Major in Real Estate Finance Major in Finanza sostenibile Master in Digital and Business Transformation Major in Business Transformation (English) Major in Strategy for Disruptive Growth Major in Digital Business Strategy Major in Big Data and Management (English) Major in Entrepreneurship & Start Up Major in Sustainable Management & Entrepreneurship Major in Global Supply Chain Management (English) Master in Gestione delle Risorse Umane e dei Progetti Major in Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione Major in Project Management Master in Marketing Management Major in Digital Marketing Major in Sales and Account Management Major in Retail e-commerce e Gestione Multicanale Major in Export Management Major in Corporate Event: Management, PR and Communication Major in HORECA Trade Management Major in Customer Experience Management (English) Master in Management delle Imprese Creative e Culturali Major in Art Management Major in Food and Wine Business Major in Music Major in Gestione della Produzione Cinematografica e Televisiva Major in Writing School for Cinema and TV Major in Sport Management Major in Turismo sostenibile Major in Digital Entertainment Business (English) Master in Diritto Tributario Contabilità e Pianificazione Fiscale Corso in Consulente Legale d’Impresa Corso Five Stars Hotel Management (English & Italian) REGISTRATI
Ricerche & Insight Scopri di più Scopri
Ricerche & Insight Scopri
LBS
Scopri tutti gli eventi
Una serie di eventi gratuiti di formazione digitale e di presentazione dell'offerta formativa in live streaming
Scopri tutti gli eventi
LBS